Premiati i volontari per la legalità e l’ambiente

In campo per contrastare l’abusivismo commerciale e l’uso della plastica. Le autorità consegnano i riconoscimenti al Centro di Educazione Ambientale

 

Tempo di premiazioni per i volontari impegnati nei progetti “Un mare di legalità 2019” e “Acqua 100% Plastic Free” per la divulgazione della legalità e del rispetto dell’ambiente. Il progetto è stato realizzato dalla Prefettura di Ferrara, con la collaborazione della Camera di Commercio, del Comune di Comacchio e della Provincia di Ferrara.

La cerimonia, tenutasi giovedì mattina al Centro di Educazione Ambientale di Riva del Po, è stata presieduta dal prefetto Michele Campanaro, con la partecipazione del questore Giancarlo Pallini e dei vertici territoriali delle forze dell’ordine, del presidente della Camera di Commercio Paolo Govoni, del sindaco di Comacchio e presidente dell’Ente Parco Delta del Po regionale Marco Fabbri, del sindaco di Riva del Po, Andrea Zamboni, e dei presidenti del Consorzio Acque Delta Ferrarese – Cadf e della società per i servizi ambientali Clara, Maira Passarella e Annibale Cavallari.

Nell’ambito della campagna estiva per il contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale sulle spiagge del litorale, che ha impegnato forze dell’ordine, polizia provinciale e polizia locale di Comacchio, i volontari delle associazioni Agriambiente, Gev e Lida, con il sostegno di Cadf e Clara, oltre a sviluppare lungo il litorale comacchiese attività di sensibilizzazione al consumo di prodotti legali non contraffatti, hanno fornito un importante contributo sul tema della riduzione di rifiuti in plastica, ai fini della promozione di comportamenti consapevoli e sostenibili per l’ambiente, distribuendo borracce in alluminio, in sostituzione delle bottiglie in plastica.

“Il progetto “Un mare di legalità” – ha sottolineato il prefetto Campanaro – è la dimostrazione dell’efficacia del sistema di sicurezza partecipata, che sviluppa sinergie interistituzionali e con il terzo settore. Un’iniziativa importante di promozione della cultura della legalità – ha proseguito il rappresentante del governo – che quest’anno, con “Acqua 100% Plastic Free”, si è arricchita di una ulteriore attività di sensibilizzazione sul tema attualissimo del rispetto dell’ambiente, tema che si integra perfettamente in un contesto di straordinaria valenza naturalistica quale il litorale comacchiese, nel cuore del Parco del Delta del Po, patrimonio Unesco”.

Al termine della cerimonia di premiazione, le autorità hanno visitato il Centro di Educazione Ambientale, all’interno del quale è attivo l’impianto di potabilizzazione idrica di proprietà del Consorzio Acque del Delta Ferrarese, che si approvvigiona direttamente dall’adiacente fiume Po. Insieme all’impianto nella vicina località di Ro, ha una potenzialità complessiva di 1.000 litri/sec. di acqua trattata e potabile, immessa in circa 2.200 km della rete che rifornisce le utenze del medio-basso ferrarese.

FONTE ESTENSE.COM

Updated: Novembre 30, 2019 — 2:12 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *